Di colore rosso rubino che con l'affinamento in botte di legno 8/12 mesi va verso l'ambrato. Mantiene un'unghia di lievi riflessi violacei, archetti lenti a formarsi, abbondanti e pieni. Vinoso,intenso, vigoroso, persistente di gran carattere. Dominano i sentori di marasca e di rosa. Si percepisce il profumo di spezie e tabacco. Di sapore pieno, completo, autoritario per il nerbo fitto e saldo " per la stoffa piena ed elegante ". Vino di notevole carattere e grande logevità e capacità di mantenersi giovane anche dopo un lunghissimo invecchiamento. Tutte Caratteristiche che rendono l'Aglianico del Cilento una delle perle più importanti della nostra enologia.

Cilento Aglianico riserva dop

SCHEDA

Zona di provenienza: Vigna Nova nel Comune di Agropoli , Salerno, Campania, Italia
Anno d’impianto: 1992
Tipo d’impianto: Guyot
Altitudine della giacitura: 230-250 metri s.l.m.
Tipo di terreno: calcareo-argilloso
Esposizione: sud, sud-ovest
Vendemmia: prima metà di ottobre
Aspetto: colore rosso rubino intenso, mantiene un’unghia di lievi riflessi violacei. Archetti lenti a formarsi, abbondanti e pieni.
Bouquet: vinoso, intenso, vigoroso, persistente di gran carattere. Dominano i sentori di marasca e di rosa. Si percepisce il profumo di spezie e tabacco.
Sapore: pieno, completo, autoritario per il nerbo fitto e saldo “per la stoffa piena ed elegante”. Vino di notevole carattere e grande longevità, capacità di mantenersi giovane anche dopo un lunghissimo invecchiamento, corpo vellutato modellato da passaggio in rovere. Tutte queste caratteristiche lo rendono una delle perle più importanti della nostra enologia.

Abbinamenti gastronomici: piatti della grande cucina a base di selvaggina, stracotto di manzo in salsa di Aglianico, castrato o capretto al forno; è in eccellente armonia con fusilli o cavatielli al sugo di castrato.
Valori analitici: gradazione 15% vol, acidità totale 6% - Ph 3,4.
Temperatura di servizio: 22°C.

PROCLAMO

In ogni sorso di vino «Proclamo», Cilento Aglianico dop, c’è un frammento di storia della terra che fu dei Greci e che da sempre è generosa, prolifica di prodotti di alta qualità, dai vini all’olio, dalle mozzarelle al miele. I vini di Raffaele Marino, titolare dell’omonima azienda vitivinicola, evocano fin dal nome la storia del Cilento e di un popolo. In particolare «Proclamo» richiama, appunto, la proclamazione di indipendenza sociale e culturale del territorio legata ai moti rivoluzionari del 1828 che coinvolsero numerosi centri cilentani. L’azienda agricola Marino L’azienda agricola Marino Eccellente per caratteristiche e qualità, esso identifica i due vini doc di monovitigno dell’azienda, cioè il «Proclamo Cilento Fiano» e il «Proclamo Cilento Aglianico-Riserva». Adagiata sulle lievi e assolate colline cilentane che guardano il mare caldo e luccicante dI Agropoli, e a pochi minuti dai millenari templi di Paestum, sorge l’Azienda Agricola Marino, da decenni sinonimo dei buoni e pregiati vini doc del Cilento.

TOP